Ricostruzione unghie: quali sono i metodi più usati?

La ricostruzione unghie: solo nei centri certificati

Come molte ragazze sanno, le unghie possono essere tranquillamente ricostruite. I trattamenti di ricostruzione unghie sono molto pratici ma soprattutto durevoli. Le scelte nel campo sono molteplici, ma ciò che davvero conta è rivolgersi a persone specializzate e serie; assicuratevi, quindi, che il centro estetico all’interno del quale vi recate, abbia le certificazioni necessarie al lavoro che va svolto.
Vi diamo, ivi, alcuni consigli su come orientarsi meglio nel mondo della ricostruzione unghie. Quali sono gli elementi più importanti di cui tener conto e soprattutto quali metodologie scegliere in base alle nostre necessità.
Come prima cosa, va scelto il metodo giusto alle nostre esigenze. Come per tutti i servizi ed i prodotti anche qui vige la regola “più il costo è maggiore, più la qualità è superiore”. Nel caso specifico delle unghie, con un adeguato prezzo si avrà una ricostruzione che dura di più nel tempo.

I diversi metodi della ricostruzione unghie

Il passo successivo alla ricostruzione unghie è il ritocco dopo la crescita. Quest’ultimo va effettuato a seconda della velocità della crescita delle nostre unghie ed avrà un costo dimezzato rispetto al trattamento intero di ricostruzione. Vi sono vari metodi da scegliere.
La ricostruzione unghie in acrilico viene realizzato utilizzando un composto da spalmare formato da polveri e liquido catalizzante.
La ricostruzione in gel è quello attualmente più utilizzato e dona un effetto maggiormente naturale. Si comincia col miscelare due diversi tipi di gel; una volta immessi sull’unghia, questa viene posta sotto una lampada a raggi ultravioletti che fungerà da catalizzatore.
Il metodo Tips è quello meno usato ma più consigliato se si possiede un letto ungueale minimo, in pratica se vi mangiate le unghie è necessaria la ricostruzione con le tips. Sull’unghia viene applicata una tip (unghia finta) sulla quale è inserita più volta una colla di resina molto fluida che poi viene asciugata. Sopra la tip poi si procede con l’applicazione del gel oppure dell’acrilico.
Il metodo Fiberglass è consigliato alle ragazze che vogliono soltanto allungare le proprie unghie. Anche qui vengono utilizzate delle tips per creare la lunghezza desiderata, si aggiunge un foglio di seta e la colla di resina. Et voilà, il gioco è fatto.

E tu quale metodo di ricostruzione unghie preferisci?

Articoli correlati

Lascia un commento