Lipotimia, cos’è, sintomi e cause e rimedi della crisi lipotimica

lipotimiaChe cos’è la lipotimia

L’improvvisa sensazione di debolezza generalizzata, se non accompagnata dalla completa perdita di coscienza si definisce lipotimia. L’episodio è caratterizzato da breve durata.Nella lipotimia si ha una ridotta ossigenazione del cervello per diverse cause che vedremo più avanti in questo articolo.

La differenza rispetto alla sincope, oltre alla totale perdita di coscienza che è solo parziale nella lipotimia e non così brusca come nella sincope. Inoltre, questo tipo di problema presenta dei sintomi facilmente riconoscibili come segnali premonitori.

Quali sono i sintomi della lipotimia

Sui testi di medicina e non solo, si può trovare il termine prelipotimia per indicare i sintomi prodromi non seguiti dallo stato di totale perdita di coscienza. La lipotimia è caratterizzata da svariati segnali premonitori, che possono variare sia a seconda delle cause che portano a questo malessere, sia rispetto al soggetto interessato.

Nella lipotimia il soggetto avverte uno o più sintomi tra quelli elencati di seguito: si va dalla debolezza, al senso di instabilità, al calo o annebbiamentodellavista. Si possono verificare altri sintomi quali il sudarefreddo o un eccessivo pallore, il senso di nausea e vertigini che possono protrarsi fino ad aggravarsi nella parziale perdita di coscienza. Tra gli altri sintomi riscontrabili troviamo un possibile abbassamento della frequenza cardiaca e una sensibile ipotensione arteriosa.

Insomma i sintomi sono vari e facilmente riconoscibili e nella maggior parte dei casi si presentano quali malessere generale, sentire la testa vuota e pesante, l’abbassarsi della vista, un pallore non usuale e il sudore freddo.

La crisilipotimica è un evento alquanto repentino e può portare allo svenimento.

Se un medico assistesse a un episodio lipotimico potrebbe facilmente ipotizzare le cause di tale avvenimento. Dato che non succede quasi mai che ci sia un medico presente se si verificano episodi del genere, quando ci si reca dal proprio medico curante per riferire l’accaduto e rintracciare le cause, è bene raccontare dettagliatamente tutte le fasi e tutti i sintomi, senza tralasciare i propri stati d’animo, i propri pensieri e la situazione in cui ci si trovava al momento dell’episodio lipotimico.

Quali sono le cause della lipotimia

Essendo svariati i sintomi non è facile rintracciare una causa specifica e quindi trovare la giusta diagnosi. Sicuramente un esame da effettuare che può aiutare in casi del genere è l’elettroencefalogramma.

Come i sintomi, anche le cause della lipotimia possono essere differenti e di varia origine. In ogni caso, se si è già verificato un episodio del genere, può essere di aiuto e diventare una buona abitudine verificare e tenere sotto controllo i propri parametri corporei, ovvero la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca. Proprio questi due valori possono aiutare a rintracciare la specifica causa all’interno di una vasta gamma di possibili alternative.

Tra le cause più comuni della lipotimia si possono rintracciare lo stress sproporzionato ai propri ritmi di vita, la stanchezza ma anche il calore eccessivi. Una scarsa ossigenazione dell’ambiente in cui ci si trova al momento dell’episodio può essere una delle cause ambientali rintracciabili come anche emozioni troppo intense o una prolungata immobilità. Tra le cause che possono portare alla lipotimia provenienti dal nostro stesso organismo, troviamo digiuno ma anche una congestione digestiva, ustioni, traumi fisici, anemia, emorragie o ipoglicemia (ovvero un basso tasso di zuccheri nel sangue). Una causa della lipotimia che dipende sì dal nostro corpo ma anche dall’ambiente che ci circonda può essere un forte disagio o addirittura l’ansia.

Non c’è da escludere però cause che magari non sono presenti in questo elenco, pertanto è sempre consigliato rivolgersi ad un medico o uno specialista nel caso in cui si presenti uno o più episodi del genere.

L’eziologia di natura cardiovascolare distingue la lipotimia e la sincope dagli attacchi epilettici.

Articoli correlati

Lascia un commento