Donne nel mondo della rete web 2.0

Donne al di là dei cliché nel mondo della rete web 2.0

Cliché italico vuole la donna, immersa nelle fatiche di casa o in faccende più pratiche, si tenga abbastanza alla larga dai nuovi media e dalla nuova tecnologia. Nulla di più falso e banale. Da anni le donne navigano nel web come soggetti attivi nella rete. Contribuendo in modo sostanziale a delineare ed arricchire il nuovo villaggio globale virtuale, quello che in gergo tecnico è chiamato web 2.0., ovvero il mondo di internet composto da continui interscambi di contenuti immessi in rete non da tecnici della rete, bensì da semplici utenti.

Rete arricchita di contenuti utili alla collettività

In questo quadro le donne hanno un posto di rilievo. Al di là delle semplici chat di compagnia, siti vetrina da consultare, molte donne hanno dato vita a blog eterogenei ed utili. Basta fare una semplice ricerca è sincerarsi della miriade di siti presenti sulla maternità,  su consigli in gravidanza o sulla salute femminile più in generale. Anche nella scelta dei contenuti andiamo a smontare un cliché, si contano sulle dita i siti su argomenti di interesse femminile di stampo leggero mentre è impossibile contare gli innumerevoli blog con notizie utili alla collettività.
Anche sul web, quindi, le donne dimostrano il loro senso pratico e la loro solidarietà condividendo saperi, informazioni, istruzioni e consigli sui vari temi utili alla vita delle donne. I rapporti virtuali che si creano attraverso blog, chat e newsletter sono così fitti da risultari quasi falsati. Un percezione errata, perché un’amicizia su internet diviene, comunque, una relazione umana anche se alimentata su un piattaforma tecnologica.

Una rete da conquistare per il prossimo futuro

Purtroppo i dati ci dicono che il numero di donne presenti sul web non è quello sperato e nella trasgrande maggioranza dei casi sono social network come facebook e twitter a registrare il maggior traffico di utenza femminile.
Nonostante la mancanza di qualche numero, il futuro è molto ottimistico. Il sapere delle donne che prima era diffuso oralmente o che veniva tramandato da nonne e nipoti, si è spostato tutto all’interno della rete. Le giovanissime utilizzano il web come fonte per lo studio e la ricerca d’informazioni. Future donne, quindi, che contribuiranno al consolidamento della presenza femminile su internet, spodestando quello che notoriamente era considerato un campo maschile. Siamo convinti che le donne sapranno donare alla rete quelle indispensabili informazioni che faranno di internet il reale luogo del sapere collettivo di qualità.

Articoli correlati

Lascia un commento