Giardinaggio

Come avere un balcone fiorito

Anche chi vive in città o in appartamento ha il desiderio, soprattutto quando in primavera la natura si risveglia, di vedere i balconi e il terrazzo di casa riempirsi dei colori e degli odori di piante e fiori.
I fiori, infatti, portano armonia e permettono, anche a chi vive in caotiche metropoli, di costruirsi un proprio angolo di relax.
Tuttavia, chi vuole crearsi un giardino in balcone, deve tenere bene a mente che la scelta delle piante è fondamentale, visto che bisogna fare attenzione a selezionare solo quelle specie di piante e fiori capaci di vivere in determinati ambienti e in specifiche condizioni.

I fiori giusti per il vostro balcone

Come detto in precedenza non tutte le piante e non tutti i fiori possono sopravvivere in un’ambiente particolare quale è quello del balcone o del terrazzo. Per questo bisogna selezionarle attentamente, senza dimenticare però che le piante e i fiori da balcone richiedono cure costanti, grande attenzione e soprattutto una grande passione.
Se siete dei “pollici verde” convinti, allora saprete bene che il motivo fondamentale per il quale si scegli di adornare balconi e terrazzi con fiori e piante è quello di godere dei loro effetti visivi; ogni fiore ne produce di diversi per questo attenzione alla scelta.

Fiori e piante da balcone: le categorie

In linea di massima possiamo individuare tre categorie principali di fiori e piante da balcone.
La prima è quella delle piante sempreverdi, ovvero di quelle piante che si caratterizzano per il loro fogliame perenne e per le loro forme differenti. Tra le piante, la più utilizzata per i “giardini da balcone” è sicuramente l’oleandro, molto usato anche per “abbellire” i tratti autostradali tra gli spartitraffico. Per quanto concerne i fiori, invece, la fanno da padrone i gerani, l’azalea, la primula, le viole e le cosidette piante da bulbo,che una volta messe sotto terra hanno la capacità di rigenerarsi per più anni, come accade per i tulipani, l’iris e i gladioli.
La seconda categoria è quella delle piante rampicanti, molto utilizzate soprattutto quando si dispone di balconi e terrazzi piuttosto ampi. Nella stagione vegetativa questo tipo di piante possono conoscere uno sviluppo anche di molti centimetri, associando a questa crescita anche una magnifica fioritura che di certo contribuisce molto all’effetto. Proprio per questo motivo tale tipologia di piante e fiori è molto utilizzata a scopo ornamentale. La pianta rampicante maggiormente usata è il gelsomino, sebbene molto amati sono anche il plumbago, dai fiori azzurri, mentre tra le colture stagionali le più “gettonate” sono la thumbergia e le ipomee.
Infine la terza categoria è quella delle piante aromatiche, usate principalmente a scopi culinarie in quanto permettono di avere a portata di mano gli odori che solitamente si utilizzano in cucina. Largo quindi alla salvia, alla maggiorana, al rosmarino, alla menta e alla lavanda, mentre tra le cosiddette piante ortive, molto amate sono la rucola, la lattuga estiva e persino i pomodori.

Fiori e piante per tutti i gusti

Insomma anche se si abita in città e non si ha a disposizione nè un orto nè un giardino è possibile comunque crearsi un oasi di colori e di odori sul proprio terrazzo. La regola fondamentale da tenere sempre a mente è chiaramente quella di curare sempre con molta attenzione le proprie piante e fiori che, soprattutto in ambienti così particolari, necessitano di molte premure.
Basta poco per arricchire il vostro balcone di fiori meravigliosi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *