Capelli

L’importanza di una buona maschera per capelli e 7 errori da evitare in ambito hair care

La cura dei capelli è un processo fondamentale nella nostra quotidiana routine di bellezza. La chioma, del resto, riflette le condizioni dell’intero organismo: appare sana e forte se siamo in salute, secca e sfibrata se abbiamo qualche problema di carattere psicofisico.

La capigliatura risente tantissimo dello stress, dell’ansia, della cattiva alimentazione, di condizioni ambientali come lo smog e l’inquinamento. È nostro dovere provvedere al suo benessere con i prodotti giusti: molto utile, per esempio, è la maschera idratante per cuoio capelluto, da combinare con uno shampoo adatto al nostro tipo di capelli.

Quando ci dedichiamo all’hair care rischiamo di commettere una serie di errori, che dobbiamo imparare a riconoscere e ad evitare. Volete sapere quali sono? Approfondiamo insieme l’argomento!

Errore 1: lavaggi troppo frequenti

Lavare i capelli ogni giorno fa male: anche se si sceglie una formulazione delicata, infatti, la cute della testa diventa più fragile e si screpola facilmente, dando origine alla tanto odiata forfora.

Inoltre, le ghiandole sebacee potrebbero essere stimolate eccessivamente dai lavaggi continui, provocando uno strato di grasso che unge la chioma e la fa sembrare sempre sporca. Dunque corriamo il pericolo di ottenere l’effetto opposto a quello desiderato.

Gli esperti suggeriscono di utilizzare lo shampoo due o tre volte alla settimana, alternandolo mensilmente con quello secco per una sensazione di totale pulizia. Questo va distribuito con un semplice erogatore spray: ha risultati senza dubbio positivi, ma deve essere adoperato di rado e non può sostituire le preparazioni classiche.

Errore 2: non usare una maschera per capelli

Ritorniamo al discorso avviato in precedenza, ovvero l’importanza di una maschera per capelli di elevata qualità. Tale cosmetico non è un balsamo, ma rispetto a quest’ultimo ha una maggiore capacità idratante e purificante. Vi consigliamo di impiegarlo ogni 6-7 giorni circa, dopo aver tamponato la testa e le lunghezze con un asciugamano morbido.

Molto apprezzate sono le maschere alla bava di lumaca, un ingrediente in grado di donare una nuova vitalità al cuoio capelluto. Questa sostanza, ricavata dai piedi delle chiocciole, rigenera e nutre i follicoli danneggiati e ripara in profondità la struttura del capello. Un articolo del genere è presente nel catalogo online di Nuvò Cosmetic, azienda leader nel settore della bava di lumaca per il wellness, nata qualche anno fa per proporre una vasta gamma di formulazioni benefiche per la pelle.

Presso il brand potete acquistare creme alla bava di lumaca per viso e corpo, contorno occhi, latte detergente, scrub, sieri e appunto maschere per capelli. Ogni singolo prodotto è dermatologicamente testato contro gli allergeni e sottoposto a check scrupolosissimi. La componente principale è una preziosa alleata di chi vuole coltivare la propria bellezza, nella piena tutela della natura e dell’ambiente.

Errore 3: accostare il phon alle ciocche

Il phon è uno strumento essenziale nel campo dell’hair care, ma è necessario servirsene con attenzione. Questo piccolo elettrodomestico potrebbe bruciare le punte se tenuto troppo vicino: quando asciugate la capigliatura, posizionatelo a una distanza di circa 15-20 cm. Evitate temperature altissime, e se fa caldo cercare di sfruttare quanto più possibile l’aria esterna. I vostri capelli vi ringrazieranno!

Errore 4: utilizzare spesso la piastra

Avere una chioma liscia e fluente è il sogno di tantissime donne giovani e adulte: a tale scopo, di frequente si adopera la piastra. Questo tuttavia è un errore, perché a lungo andare tale dispositivo rovina i capelli.

È possibile attutire queste conseguenze negative con qualche semplice accorgimento. Preferite un modello di ottima qualità, magari con rivestimento in ceramica o tormalina, e proteggete le ciocche con uno spray specifico. Applicate la piastra non più di una volta alla settimana; in alternativa, cercate di acconciare la piega dei capelli con pettine e phon.

Errore 5: spazzolare solo le punte

Molte persone, temendo di strappare i capelli, hanno l’abitudine di pettinare soltanto le punte. Eppure, la spazzola esegue un vero e proprio massaggio sul cuoio capelluto e favorisce la crescita della chioma!

Se i vostri capelli sono fragili, vi suggeriamo un pettine di legno o una spazzola con setole di cinghiale. Ricordate di fare una passata prima dello shampoo, perché le capigliature bagnate si danneggiano più facilmente.

Errore 6: sbagliare la temperatura dell’acqua

Soprattutto durante l’inverno, tendiamo a risciacquare i nostri capelli con un getto bollente. In realtà, la cute della testa ha bisogno di acqua fresca o tiepida, in particolare se è sensibile: non dimenticate che la chioma appare più luminosa con questo stratagemma, dato che si incentiva la corretta circolazione del sangue.

Errore 7: una dieta poco salutare

Come vi abbiamo già accennato, i capelli soffrono per una cattiva alimentazione. Alcuni cibi sono fondamentali per la cura del cuoio capelluto; tra questi citiamo il pesce, ricco di omega-3, e le noci, fonte di grassi “buoni”.

Inseriamo nel nostro elenco anche le uova, gli spinaci, le patate dolci, i fagioli, le lenticchie e i cavoli. Sono da ridurre, invece, il burro, i latticini, la carne rossa e gli insaccati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *